4 ottobre ANTEPRIMA NAZIONALE “IL CANTO DEGLI EMARGINATI” – MEI

16 Set 4 ottobre ANTEPRIMA NAZIONALE “IL CANTO DEGLI EMARGINATI” – MEI

ANTEPRIMA NAZIONALE DE “IL CANTO DEGLI EMARGINATI” AL’INTERNO DEL #NUOVOMEI2015

DOMENICA 4 OTTOBRE  – H 17.00 FOYER DEL TEATRO MASINI PIAZZA DELLA MOLINELLA FAENZA

 

“Ogni canto è insieme memoria e sentimento. Memoria individuale. Memoria collettiva”

di e con Frida Neri Loris Ferri Antonio Nasone Massimo Ottoni e  Special Guest Massimo Zamboni

Il “canto degli emarginati” è un racconto composto da storie e linguaggi differenti. Versi, prosa, musica ed immagini narrano vicende e  volti dai luoghi dove la storia del secolo passato ha deciso le sorti, anche del nostro presente.

Dai versi di “Rom” di Loris Ferri (premio ANPI 2012 e Marrazza 2013), romanzo in versi che riporta le gesta del protagonista Havro Alexandar Radaik – suonatore zigano, nato a Dubrovnik, da famiglia zingara e pellegrino tra i Balcani e l’Italia; ai suoni e alla prosa di Massimo Zamboni,con frammenti tratti dalla sua opera narrativa: “Il mio primo dopoguerra”, Mondadori 2006.

Le musiche sono a cura di Frida Neri e Antonio Nasone – dalle canzoni originali alle musiche dal mondo – che si fondono con la storia musicale dell’ospite. Le immagini di Massimo Ottoni e la sua sand-art, accompagnano visivamente ed emotivamente il racconto.

Il focus è sul respiro di un mondo, quello che dall’Europa del sud arriva sino alla nostra stessa terra, come un’unica anima, viva e pulsante. Di fronte all’urgenza della vita non esiste altro che la nuda condizione umana: mai come oggi è necessario cantarlo.