– Io e voi

22 Giu – Io e voi

Io e voi, dentro una stanza buia in cui i contorni si perdono. Un silenzio denso di presenza e concentrazione, ha reso ogni nota immortale.

Mi porto ancora dentro brandelli di quel sentire, di quella incredibile presenza.

un “qui ed ora” profonfo come i respiri che generano il canto.

 

L’asino che vola. Roma. 2 aprile.

Giornata di primavera piena, sole sulla pelle, una grande amica per compagna, nelle strade di una città che mi ha rapito piccoli pezzi di anima, attraversandola.

E con la sera arriva l’emozione, l’energia che monta come una marea.

Al piano di sotto, in una cantina-grotta nera e scura, con pezzi di storia penzolanti dal soffitto nero, c’ero io e c’eravate voi.

Ed il rito ha avuto inizio. Ed è stato cavalcare un’onda, lunga e imponente. Ed è stato fare un viaggio, quello che ti dice molte cose sul tuo conto. E’ stato un cambio di piano e di livello, nell’accedere al registro dell’anima.

e c’eravate voi e c’ero io. due specchi che si guardano.